IL CASTELLO

Storia, arte, cultura: visita il Castello di Brolio, i suoi giardini e la Collezione Ricasoli

Le prime pietre del Castello di Brolio risalgono all’Alto Medioevo, quando entrò in possesso della famiglia Ricasoli, grazie a uno scambio di terre di cui si ha testimonianza già nel 1141. Nel corso dei secoli, ha subito assalti e distruzioni in numerose battaglie storiche: dai quattrocenteschi attacchi aragonesi e spagnoli alle dispute seicentesche, sino ai bombardamenti aerei e d’artiglieria della Seconda Guerra Mondiale.

Oggi il maniero, più volte ricostruito e modificato, porta i segni delle più diverse epoche: dai bastioni fortificati di stampo Medievale, agli inserimenti del Romanico e del Neogotico, sino alle specificità dell’Ottocento toscano.

In una successione continua di colori e sfumature, tra morbide colline, valli vellutate e fitti boschi di querce e castagni, il Castello di Brolio troneggia al centro dei terreni dell’azienda Ricasoli, la più estesa della zona del Chianti Classico. Sono 1.200 gli ettari totali, di cui 240 di vigneto e 26 coltivati a ulivo, nel comune di Gaiole in Chianti.

GIORNI DI APERTURA E ORARI

22 marzo – 6 ottobre 2019
dalle 10:00 alle 19:00 (biglietteria aperta fino alle 18:00)

7 – 26 ottobre 2019
dalle ore 10:00 alle ore 18:00 (biglietteria aperta fino alle ore 17:00)

Dal 27 ottobre all’8 dicembre 2019
dalle 10:00 alle 17:00  (biglietteria aperta dalle fino alle ore 16:00)

Chiuso dal 9 al 26 dicembre, e dal 1 gennaio a metà marzo 2020