7 idee originali per San Valentino in terra di Siena



La festa di San Valentino, che in questo 2016 definito “re dei ponti” cade proprio nel weekend, è spesso occasione per una piccola fuga in luoghi romantici.
La nostra regione è, in qualsiasi periodo dell’anno, una delle mete più gettonate in quanto le località toscane da visitare sono infinite. Sia che vogliate sapere cosa vedere a Siena in un giorno – dintorni compresi -, sia che abbiate pianificato un piccolo tour enogastronomico in Toscana, sia che il vostro obiettivo sia il relax in una spa o, all’opposto, la ricerca di forti emozioni, eccovi le nostre 7 idee originali per San Valentino.

1. La Pienza di Romeo e Giulietta: un dedalo d’amore

Pienza, famosa in tutto il mondo per essere diventata la “traduzione urbanistica” dell’ideale di perfezione rinascimentale per volontà di Enea Silvio Piccolomini, è assolutamente uno dei più romantici posti da visitare in Toscana per San Valentino: non solo perché fu scelta da Franco Zeffirelli come quinta della più struggente storia d’amore di tutti i tempi, “Romeo e Giulietta” (1968) ma anche perché molti dei suoi caratteristici vicoli hanno nomi evocativi, che invogliano a percorrerli mano nella mano: Via dell’Amore, del Bacio, della Fortuna e anche… del Buio!

2. I cipressi che salgono a Monticchiello di Pienza: l’incarnazione dell’immaginario toscano

Non lontano da Pienza, sorge uno dei borghi più suggestivi della Toscana: Monticchiello.
Il suo fascino irresistibile si materializza già prima di essere arrivati nel cuore medievale del borgo: la strada che vi giunge infatti è una delle più note e incantevoli cartoline della nostra regione, un sinuoso nastro grigio punteggiato di verdi cipressi e bordato dalla terra “lunare” delle Crete senesi.
Percorrendola approderete al borgo, al quale accederete da una porta medievale con arco a ogiva fiancheggiata da una torre: passeggiate senza meta fra le sue viuzze intricate e godetevi uno dei più bei panorami della Val d’Orcia.

3. Bagno Vignoni e la sua calda anima di vapore

Questo pittoresco borgo della Val d’Orcia è assolutamente uno dei luoghi più magici da vedere in Toscana. Si articola attorno ad una delle più affascinanti piazze “liquide” d’Italia, ovvero la fumante vasca termale rettangolare, di origine cinquecentesca, detta appunto “Piazza delle sorgenti”, alimentata dalla sotterranea falda di origine vulcanica.
Anche se la tentazione può essere forte, ricordatevi che è proibito fare come Francesca Neri, Sergio Rubini e Carlo Verdone nel suo Al lupo al lupo: niente bagno notturno nel caldo cuore di Bagno Vignoni, tanto meno diurno!

4. Pranzo di San Valentino con vista all’Osteria del Bigelli in Piazza del Campo

Se la vostra meta di San Valentino è Siena città, oltre a fare tappa al bellissimo Duomo e al complesso museale del Santa Maria della Scala, cercate di camminare con lo sguardo rivolto verso l’alto per non perdervi le numerose case-torre medievali che scandiscono le strade, i passaggi voltati e gli archi che collegano i palazzi, e fate in modo di “perdervi” nei suoi intricati vicoli.
Prima o poi sbucherete nella mozzafiato Piazza del Campo, una delle più belle piazze al mondo. Per godervi a pieno questo miracolo architettonico, il suggerimento è di sedervi a uno dei tavoli del dehors dell’Osteria del Bigelli, fra i più autentici locali della città, dove potrete gustare un tradizionale pranzo senese. Partendo da materie prime freschissime e selezionate, lo chef vi stupirà per la sua capacità di rielaborare con estro e inventiva i piatti della tradizione culinaria senese e toscana.

5. Cena di San Valentino al profumo di mare al Tre Cristi di Siena

Per la cena di San Valentino nessun posto a Siena ci sembra più romantico dell’enoteca ristorante Tre Cristi: un locale storico nel cuore della suggestiva città toscana, situato in un palazzo del quattrocento. Il suo fascino disarmante gli deriva da decori, arredi e boiseries in stile Liberty, sapientemente sottolineati da richiami di sapore locale (gli stemmi delle Contrade del Palio), storico (le riproduzioni di affreschi trecenteschi) ma anche esotico (il poeta persiano Omar Khayyàm che invita l’avventore a godere di vino e fortuna).
Un ristorante in cui l’arte culinaria esalta i sapori mediterranei in ricercati piatti a tema mare -ma sempre sul fil rouge della tradizione toscana e senese- e con una pittoresca e labirintica cantina nobilmente popolata da centinaia di eccellenti etichette.
Non esiste un menu di San valentino, ma molto di meglio… domenica 14 infatti lo staff del Tre Cristi è pronto ad andare in scena con il suo consueto “percorso del gusto”: saranno le materie prime fresche disponibili, pesce in primis, a guidare lo chef nella creazione delle pietanze e di conseguenza il sommelier nella scelta del miglior abbinamento cibo vino.

6. Uno sguardo da batticuore sul Chianti: l’emozione di volare in mongolfiera

Se siete tipi con la testa fra le nuvole ecco cosa fare il giorno di San Valentino: regalarsi una gita in mongolfiera! Un’ora di volo sopra il Chianti, in compagnia di qualche altra coppia di innamorati, vi permetterà di “abbracciare” in un solo sguardo uno dei territori più amati al mondo.
E se ricercate l’esclusività assoluta, esiste anche la possibilità di noleggiare un volo privato: sarete i soli, con il pilota, a godervi il panorama mozzafiato dal cesto della mongolfiera.
Alla fine di questa emozionante escursione tornare coi piedi per terra sarà comunque un piacere: la vostra “Valentina” riceverà un mazzo di rose rosse e insieme degusterete uno stuzzicante champagne breakfast!

7. Aromi inebrianti: la vinoterapia al Castellare de’ Noveschi a San Sano in Chianti

Se avete in mente di regalarvi un weekend romantico, ma nel giorno di San Valentino non riuscite a muovervi, programmate un soggiorno presso il Castellare de’ Noveschi nella bella stagione: la struttura riaprirà i battenti il primo giorno di Primavera!
Questo affascinante relais nel cuore del minuscolo borgo medievale di San Sano, incorniciato dalle colline del Chianti, propone una piacevolissima esperienza vinoterapica.
Immersi in una vasca idromassaggio ricavata in un tino, potrete rigenerare il vostro corpo e la vostra anima grazie ai principi attivi dei vinaccioli e alle fragranze inebrianti d’uva che pervadono l’elegante sala, i cui sobri arredi lignei sono rispettosamente illuminati da luci soffuse e lumi di candele. Per un’esperienza ancora più immersiva, il consiglio è di prenotare la Suite di Bacco, originale appartamento in cui la camera da letto, dal pavimento scricchiolante, e la sala da bagno sono ricavate in antiche botti, la doccia in un tino!