Gaiole in Chianti: perla ai confini del Chianti



Gaiole in Chianti è una piccola cittadina, ma ricca di bellezze: paesaggi e panorami, pievi romaniche e ovviamente vino Chianti Classico.

Con meno di 3000 abitanti, Gaiole in Chianti è esempio di vero slow living toscano, nonché uno dei più bei comuni del Chianti, con un territorio pressoché incontaminato.

La nascita di questa città si deve a una necessità commerciale: la sua posizione era punto di incontro tra i vari castelli della zona da cui contadini, artigiani e commercianti arrivavano per mercanteggiare; ci sono infatti testimonianze dell’esistenza di un mercato almeno fin dagli inizi del 1200 e ovviamente il commercio di vino ne era già parte integrante.

Nel XIV secolo Gaiole in Chianti, assieme a Radda e Castellina, entrò a far parte della Lega del Chianti -la strategica alleanza politico-militare voluta da Firenze attorno alla metà del XIII secolo per difendere il suo territorio- che già allora amministrava e difendeva il territorio nonché i suoi prodotti.

Cosa vedere a Gaiole in Chianti

Gaiole è la meta perfetta per una gita nel Chianti. La chiesa di San Sigismondo è solo la più recente delle sue bellezze architettoniche; finita di costruire nel 1959 in stile neogotico, è arricchita di un particolare espediente decorativo: la sua facciata è composta da pietre di forme e colore diversi tra loro, con un effetto finale molto insolito.

Di più antica costruzione, invece, è la Pieve di Santa Maria a Spaltenna, in stile romanico, edificata interamente in pietra; la sua storia è documentata sin dall’anno 1000, ma la sua origine è ancor più ancorata nel passato. Suggestiva, rustica e facilmente raggiungibile a piedi dal centro, conserva al suo interno anche un prezioso crocifisso ligneo del 1400.

Ma nel Comune di Gaiole in Chianti sono i castelli i veri protagonisti. Alcuni purtroppo sono ridotti a pochi ruderi, come il Castello medievale di Montegrossoli, o Montegrossi. Altri invece sono stati prontamente recuperati e conservati con dedizione, come appunto il nostro Castello di Brolio; scopri come visitarlo qui.

Che tempo fa a Gaiole in Chianti? Suggerimenti per quando visitarla

Come in genere tutta la zona del Chianti Classico, il momento ideale per visitare Gaiole è dall’inizio della primavera fino a settembre inoltrato. I primi mesi primaverili sono perfetti per ammirare la natura in tutto il suo splendore: le colline toscane, verdi e rigogliose, invitano a fare un pic nic nel verde, sorseggiando un buon vino Chianti Classico. Proprio per questo, anche noi di Barone Ricasoli abbiamo organizzato un Pic Nic Tour con degustazione enograstronomica nel cuore delle terre chiantigiane: scopri di più qui.

Il meteo di Gaiole è favorevole anche nei mesi estivi, ma soprattutto tra fine agosto e fine settembre quando l’uva è matura e pronta, periodo perfetto anche per visitare vigneti e cantine di Brolio nel momento topico della vendemmia.

Dove mangiare e dormire a Gaiole: i migliori hotel e agriturismi

Negli anni ’70, con la trasformazione delle grandi e ampie case coloniche in più moderni agriturismi ed enoteche, la cittadina si è ripopolata diventando una nota meta turistica e la scelta di dove mangiare a Gaiole è diventata davvero vasta.
Per decidere, vi ricordiamo la nostra guida ai migliori ristoranti di Gaiole, tra cui ricordiamo “La Cantinetta del Chianti” nella via dedicata proprio al Barone di Ferro (Via Bettino Ricasoli, n. 33) e il nostro ristorante “Osteria del Castello”, in località Madonna a Brolio, immerso nell’incantevole bosco inglese, alle pendici del castello. L’approfondimento sulla filosofia e sullo stile delle cucina dell’Osteria del Castello in questo articolo.

Per chi ha il tempo di trattenersi più notti e vuole pernottare a Gaiole e dintorni, il nostro Agriturismo Agresto, realizzato in una casa colonica del ‘700 sulle colline chiantigiane, offre anche un’ampia area relax oltre ad una piscina esterna con vista panoramica sugli impareggiabili territori del Chianti.

L’Eroica a Gaiole: “la grande impresa” del ciclismo italiano

Si tiene proprio a Gaiole “L’Eroica”: un evento ciclistico unico nel suo genere, un’impresa, come la definiscono i suoi ideatori, che ogni anno da ormai 20 anni vede coraggiosissimi amanti del ciclismo sfidarsi in un suggestivo ed emozionante percorso nelle colline del Chianti Classico.

Il tracciato viene rigorosamente affrontato con spettacolari biciclette o tandem vintage – bellissimi, ma meno prestanti delle odierne mountain bike- ed è composto solo di “strade bianche”: sentieri non asfaltati, che passano tra una vigna e l’altra.

Questa manifestazione è un inno alla storia del ciclismo con l’obiettivo di “far riscoprire la bellezza della fatica e il gusto dell’impresa”. L’Eroica passa anche dal nostro Castello di Brolio e noi la celebriamo ogni anno con tanti eventi ed iniziative. In attesa della prossima Eroica di Gaiole che si terrà il 2 ottobre 2016, potrete trovare maggiori informazioni e curiosità qui.