Strada del Chianti: viaggio alla scoperta della Toscana



Le colline e le valli del Chianti sono luoghi da vedere almeno una volta nella vita. Amanti del vino, della buona cucina o anche soltanto viaggiatori appassionati di bei paesaggi e natura incontaminata: nessuno dovrebbe perdersi l’esperienza di percorrere la Strada del Chianti.

Cosa si intende per “Strada del Chianti”?

Comunemente quando si parla di “Strada del Chianti” ci si riferisce a “via Chiantigiana”, la strada SRT 222 che collega le città di Firenze e Siena con un percorso di circa 80km tra le colline più belle del mondo.
Gli itinerari nel Chianti però possono essere più di uno, ciascuno costellato di tappe e luoghi da vedere.

Su queste strade si sono avvicendati secoli e secoli di storia, dagli insediamenti etruschi e romani fino alle più “recenti” battaglie medievali per il controllo del prezioso territorio del “Gallo Nero”.
Ripercorrere questi stessi cammini è un’esperienza unica e romantica, oltre che un piacere per gli occhi.

Ma cosa c’è da vedere assolutamente in queste tipiche colline e valli toscane? Ecco alcuni consigli per percorrere la Strada del Chianti in moto, macchina, camper, bici e persino a piedi.

Strada del Chianti in moto

Lunghezza percorso: circa 40km con partenza da Firenze.

Breve, panoramico ed intenso: il percorso migliore per vedere il Chianti in moto è quello che esplora le zone del cosiddetto “Chianti Fiorentino”.
Questo itinerario è consigliato per chi è interessato principalmente a paesaggi mozzafiato e strade molto dolci, ben assestate, perfette per la moto e che non prevedono tratti in autostrada. Già a partire da queste zone del Chianti sarà possibile gustare un calice di vino Chianti Classico; un buon inizio per intraprendere un percorso più lungo, magari intervallato da una sosta in un bellissimo hotel o in un tipico agriturismo.

Questo tour parte da Firenze, in via Senese, verso la Certosa del Galluzzo, ex monastero certosino subito fuori città, che merita di essere visitato anche solo per ammirare il panorama sottostante una volta arrivati sulla cima della piccola altura dove si erge.

Proseguendo su Via Scopeti per 17 km si arriva al primo paese da visitare: San Casciano in Val di Pesa, noto anche per la produzione del suo olio extra-vergine d’oliva. San Casciano è ricco di pievi tra cui quella di San Pancrazio, in suggestivo stile romanico, che al suo interno conserva un importante affresco di Cosimo Gheri.

Dopo altri 15 km, subito una nuova tappa: Tavarnelle Val di Pesa. Perfetta per fare uno spuntino fugace per il gran numero di osterie che ospita, Tavarnelle è anche nota per la splendida Badia di Passignano, antichissimo monastero medievale.

In appena 5 km si cambia già valle: Barberino Val d’Elsa (da non confondere con Barberino del Mugello, situato dalla parte opposta rispetto a Firenze, dopo Calenzano) è un piccolissimo comune di circa 4500 abitanti, dalla storia molto antica e contorta perché le sue origini medievali sono legate alle guerre per l’egemonia di Firenze sul territorio dell’allora “Semifonte”, da cui il detto “Fiorenza fatti più in là, che Semifonte si fa città”; da vedere la sua cinta muraria nonché le porte.

Si tratta di un percorso molto semplice e tipico tra piccoli borghi medievali, ma lungo il quale si possono gustare vini eccellenti, anche nella più spartana delle cantine del Chianti, poiché il territorio e la tradizione locale impongono solo degustazioni di ottima qualità.

Strada del Chianti in macchina

Lunghezza percorso: circa 80 km partendo da Firenze.

Altro modo per visitare la Strada del Chianti alla scoperta delle sue eccellenze vinicole e gastronomiche è quello di utilizzare la macchina. Questo itinerario, più lungo di quello pensato per la moto, passa anche da un tratto autostradale e porta alla scoperta del Chianti Classico: la zona “storica” chiantigiana, antichissima e ricca di castelli.

Uscendo dal centro di Firenze per via Senese in direzione Impruneta si pregusta già quello che sarà un viaggio nelle colline più verdi.
Imboccando il raccordo autostradale Firenze – Siena in direzione Siena e Colle Val d’Elsa ed uscendo a San Donato, non rimarrà altro che seguire la strada provinciale e quella regionale in direzione Gaiole o Castellina in Chianti.

Castellina, comune di appena 2000 abitanti, nasconde grandi meraviglie: la sua Rocca medievale sembra rimasta ferma nel tempo ed il Museo Etrusco che è situato al suo interno riporta a sua volta ad epoche ancora più remote. Etrusca è anche la Necropoli di Poggino, a pochi passi da Castellina stessa.

In soli 14 minuti da Castellina si arriva a Radda in Chianti, cuore del Chianti Classico, con edifici come il Palazzo del Podestà (o Pretorio) e molti altri, tutti risalenti al 1400 circa. Radda è l’ideale per sostare e pranzare non in modo fugace, ma anzi, con lo spirito dello “slow living” che caratterizza il lifestyle delle colline del Chianti.
Per sapere dove mangiare prodotti tipici e degustare un calice di vino Barone Ricasoli, a questo link troverai la nostra guida completa per visitare Radda in Chianti.

Rimettendosi in cammino e spostandosi di soli 11 km si arriverà finalmente a Gaiole in Chianti, uno dei più tipici tra i borghi del Chianti Classico. Inevitabile la sosta al nostro famoso ed antichissimo Castello di Brolio, dimora della famiglia Ricasoli dal 1141, che è possibile scoprire e visitare con tour enogastronomici e visite guidate; tutte le informazioni sono disponibili in questo link.

Strada del Chianti in camper

Lunghezza percorso: circa 90km con partenza da Firenze.

Gli itinerari per visitare la Toscana in camper sono molti, ma il percorso della Strada del Chianti in camper è essenzialmente lo stesso che può essere fatto in macchina, col grande vantaggio che potranno essere visitati paesi limitrofi con maggiore calma e comfort.
Badia a Passignano, Panzano (famoso per le sue carni di Chianina e la celeberrima “bistecca alla Fiorentina”) e Monteriggioni sono tappe leggermente fuori strada, ma che meritano davvero ogni singolo km percorso in più.

Monteriggioni in particolare è da visitare assolutamente nel mese di luglio quando, nel suo borgo medievale dall’atmosfera d’altri tempi, si celebra l’annuale Festa Medievale: un evento che dura più giorni e che chiama visitatori da tutto il mondo per ammirare una rievocazione storica delle più fedeli mai viste; uno spettacolo incredibilmente interessante sia per grandi che piccini, i quali potranno vedere, conoscere e sperimentare da vicino ogni aspetto della vita nel Medioevo.

Strada del Chianti in bici

Percorrere le valli del Chianti in bici è un’esperienza suggestiva e molto appagante: il paesaggio ricambierà ogni fatica.
Per i più esperti ed attrezzati sarà sufficiente arrivare sino a Gaiole in Chianti con la propria bicicletta caricata in auto e da lì intraprendere un itinerario sui “passi” de L’Eroica, la manifestazione ciclistica che si tiene ogni anno proprio a Gaiole. Questo itinerario vario e lungo può essere preparatorio per affrontare L’Eroica stessa ed è dedicato ai più esperti; per conoscere le tappe dell’itinerario di cui Brolio è parte integrante, vi consigliamo il nostro articolo inerente e il sito ufficiale della manifestazione.

Chi pratica ciclismo agonistico, invece, potrà provare l’ebbrezza di percorrere una vera tappa del Giro d’Italia. Con partenza da Radda in Chianti e arrivo a Greve nella suggestiva cornice di piazza Matteotti, “Chianti Classico Stage” è la 9° tappa del Giro d’Italia 2016: un tracciato di 40,4km tra i luoghi simbolo del Consorzio Chianti Classico per celebrare i 300 anni dalla nascita della denominazione.

I meno esperti, che però non vogliono rinunciare ad una poetica escursione in bicicletta e magari una “merenda” tra le verdi colline toscane, potranno comunque intraprendere un itinerario detto “passeggiata”, anch’esso con partenza da Gaiole, ma che passa tra le valli “tagliando” il percorso più lungo per ricongiungersi subito a Vagliagli, da cui esplorare poi Castellina in Chianti, Radda e nuovamente Gaiole.

Per chi non possiede una bici da portare con sé basterà scegliere tra il vasto assortimento di “Tuscany Bicycle”, bike rental in via Bettino Ricasoli n.96 a Gaiole in Chianti.

Strada del Chianti a piedi

Arrivare nel Chianti a piedi non è facile, ma è in parte possibile: si può arrivare infatti agevolmente fino a San Casciano Val di Pesa o a Siena con un autobus dell’azienda di trasporti Sita direttamente dall’autostazione posta dietro la stazione ferroviaria di Santa Maria Novella a Firenze.
Con un biglietto del costo di circa 8€ si possono effettuare anche tappe come Poggibonsi o Colle Val d’Elsa. Questi paesi non lasceranno scontento chi non può spostarsi in macchina. Siena oltretutto, assieme a Firenze e Pisa, è una tappa imperdibile se si vuole fare un giro turistico completo della Toscana.

Qualunque sia la scelta del percorso, la Strada del Chianti è un viaggio alla scoperta non soltanto del vino, ma del piacere, del bello, della natura, della storia della Toscana e dell’Italia intera che merita di essere intrapreso almeno una volta nella vita.

Barone Ricasoli ricorda a tutti di bere responsabilmente e di non mettersi alla guida dopo aver consumato bevande alcoliche.